Home » Benchmark Scheda Video: come testare la potenza della tua GPU

Benchmark Scheda Video: come testare la potenza della tua GPU

di Il Team di TGM Online
scheda video benchmark

Quando si compra un computer nuovo, eseguire un benchmark della scheda video per scoprire se tutto gira bene è sicuramente un’ottima idea. Se la necessità è avere una panoramica sui migliori programmi disponibili sul mercato, questa è proprio la guida giusta. Se invece si è alle prime armi, non si ha ben chiaro a cosa possa servire questa operazione e perché sia importante farla, qui ci sono le risposte.

Prima di tutto è necessario sapere che i programmi per i benchmark, della scheda video e non, servono per testare le componenti in situazioni di elevato stress. Che sia la CPU, la GPU o anche un semplice hard disk, il modo migliore per scoprirne i limiti sarà sempre eseguendo questo tipo di prova. Nel caso specifico delle schede video poi, assume un valore ancora più importante.
Perché? Semplice, i giochi disponibili sul mercato non arrivano a un livello di risoluzione paragonabile a quello di un programma per benchmark.

No, neanche il primo Crysis potrà metterla a dura prova tanto quanto una delle opzioni elencate qui sotto. Questi software sono stati ideati appositamente per spremere fuori fino all’ultima goccia di hardware, permettendo di scoprire eventuali criticità. C’è una ventola sottodimensionata? L’alimentatore non fornisce abbastanza potenza? È presente una componente che sta facendo da bottleneck? Se non si desidera scoprirlo nel peggior modo possibile, magari compromettendo la salute del PC, allora un bel test benchmark è l’idea giusta.

I migliori programmi per il benchmark della scheda video

Questi programmi sono quelli riconosciuti come più affidabili e largamente utilizzati, i quali vantano community di utenti invidiabili.

Unigine Heaven

Questo test sviluppato da Unigine ha dalla sua la compatibilità con tutti i sistemi operativi più conosciuti come Mac, Windows e Linux. Presente sul mercato dal 2009, è stato uno dei primi a inserire la compatibilità con DirectX 11, introducendo variabili come fumo, tassellatura e illuminazione in tempo reale. Quando si effettua il test della scheda video con questo benchmark, verranno creati ambienti dettagliatissimi con tutte le più moderne innovazioni di grafica dinamica. Sarà poi offerta la possibilità di esplorare liberamente la scena, lasciando liberi di andare a “caccia” di dettagli.

Il programma offre una versione base gratuita con la possibilità di acquistare una variante Pro nel caso siano necessari test più approfonditi.

3D Mark

Questo è, senza ombra di dubbio, il benchmark più famoso tra tutti quelli disponibili sul mercato. Il suo punto di forza è la grande varietà di test offerti per ogni tipo di dispositivo, i quali permettono di concentrarsi su elementi ben specifici. Tra di essi, ovviamente, se ne trovano alcuni pensati appositamente per il gaming.

FireStrike ad esempio offre tutte quelle prove che sono basilari per i videogiochi più recenti, come il fumo e la tassellatura.

Se però il PC è di fascia alta e non ha problemi a cavarsela con le basi, allora lo si potrebbe spingere al limite con TimeSpy, il quale supporta tecnologie come la DirectX 12 ed è studiato per configurazioni al top. Questo benchmark è disponibile solo per Windows, offre una versione base con funzioni limitate e una avanzata per chi ha bisogno di far sudare il proprio hardware.

Unigine Superposition

Qui si torna su un benchmark per schede video di Unigine, una versione più recente e migliorata di quello visto in precedenza. Arrivato nel 2017, porta con se le ultime tecnologie in fatto di grafica come la DirectX 12 e Vulcan. Il motore è il rinnovato Unigine 2, il quale offre metodi d’illuminazione dinamica avanzatissimi e una quantità di oggetti interattivi davvero enorme.

Vi sono poi strumenti per il monitoraggio di temperatura e velocità di clock, cosa molto utile per evitare di avere troppi programmi che girano nello stesso momento. Anche qui esiste una versione base gratuita e una a pagamento più ricca, la quale permette di testare anche le tecnologie di realtà virtuale. Compatibile con Windows e Linux per quanto riguarda le funzioni generiche ma limitato a Windows per HTC Vive e Oculus Rift.

Fraps

Se il frame rate è la priorità assoluta quando si gioca, allora FRAPS è il programma giusto da installare. Ovviamente questo specifico test non è certo sofisticato come gli altri visti in precedenza, ma ha comunque il suo valore. Una volta installato permetterà di mantenere sempre visualizzato sullo schermo il numero di fotogrammi al secondo, dando quindi un riscontro immediato sulle prestazioni della GPU e la RAM in dotazione.

Può essere utilizzato sia mentre si gioca sia unito ad altri test benchmark, il che lo rende davvero interessante. Il programma è gratuito ma richiederà una registrazione per ottenere la versione completa.

Le soluzioni migliori per il gaming

Se non si è interessati a funzioni ad ampio spettro ma la passione è il gaming, allora si potrebbe desiderare qualcosa di più specifico. Tutti i programmi elencati sopra vanno benissimo in ogni situazione, però non sono le uniche possibilità sul mercato. È giusto sapere che, nel caso si posseggano diversi giochi per PC, quasi certamente si ha anche un benchmark per la scheda video.
Molti di quelli presenti sul mercato arrivano infatti con una opzione integrata di benchmark, priva di costi aggiuntivi.

Attivandola verranno simulati scenari che richiedono il massimo dispendio possibile di energie e risorse da parte del PC, fornendo un valido riscontro. Alcuni esempi di giochi che hanno quest’opzione sono: Far Cry Primal, GTA V, GR Wildlands e molti altri ancora. Meglio sempre dare un’occhiata alle opzioni per scoprire se quelli presenti sul desktop hanno questo regalo nascosto nel menù, in modo da risparmiare tempo e installazioni.

You may also like