Prova su Strada: AMD Radeon RX 5700

La AMD Radeon RX 5700 fa la sua comparsa per inserirsi nel livello medio del mercato, ma pronta a dare battaglia sotto ogni fronte. Come da tradizione di AMD, ci si trova di fronte a un prodotto che si attesta sulla fascia di prezzo delle schede entry/mid level di Nvidia, ma con una potenza superiore. Basandosi unicamente sul costo iniziale infatti, la AMD Radeon RX 5700 si troverebbe allo stesso livello della GeForce 2060, pur avendo qualità migliori.

E’ giusto fare una doverosa premessa. La 2060 ha la tecnologia ray tracing inclusa, assente su tutte le schede di casa AMD. Questo segna un netto solco tra le due, ponendo l’RTX come elemento che potrebbe spingere all’acquisto di un marchio piuttosto che dell’altro. Detto ciò si può andare avanti.
La 5700 è una GPU per il gaming a 1440p, la quale garantisce fluidità anche con settaggi al massimo.

Il prezzo per portarsi a casa questo gioiellino è di circa 380 €, sempre ammesso che si riesca a trovare una versione originale. Una cifra appena superiore a quella della controparte di Nvidia, ma giustificata dalle moltissime frecce in più al suo arco. Nella fascia di mercato immediatamente sopra si trovano poi schede come la 2060 Super o la sorella Radeon 5700 RX, le quali si aggirano su prezzi intorno ai 500€ ma in grado di prestazioni migliori.

Vista la grande varietà di GPU con le loro rispettive versioni migliorate presenti nei negozi, è davvero difficile capire chi sia la concorrente diretta di chi.In que sta recensione verrà paragonata alla 2060, verificando se la scheda di casa AMD sia effettivamente una soluzione valida per il prezzo.

AMD Radeon RX 5700, i dettagli tecnici

AMD torna sul mercato dopo un lungo silenzio con questa Radeon RX 5700, grazie alla quale vuole dimostrare che è ancora saldamente in partita nei confronti di Nvidia.
Lo fa producendo una nuova architettura RDNA da 7nm, la quale offre un Die più piccolo e che promette molto più lavoro rispetto alla vecchia GCN.
La capacità di calcolo per ogni singolo clock infatti aumenta di un 25% il che, unito al maggior numero di core, spinge le prestazioni della GPU a livelli molto superiori rispetto al passato.
In aggiunta a questo va segnalato il passaggio alla memoria GGDR6 (più prestazionale rispetto alla vecchia GGDR5) e il supporto al PCI Express 4.0, che però ha poco impatto sulle statistiche in game.

Anche a livello software AMD offre numerosissime novità che non potranno che far piacere agli sviluppatori. Viene introdotta FidelityX, una libreria di effetti preconfezionati che saranno gratuiti e sempre disponibili per chiunque li voglia usare. Sul lato grafico viene poi introdotto il Contrast Adaptive Sharpening, un tipo di upscaling che permette di migliorare un dettaglio grafico di 1440p e renderlo più simile a un 4K originale. Ovviamente non raggiungerà mai questo effettivo livello, ma è una valida alternativa per quando i mezzi e le risorse sono limitate.
Questa novità non sarà presente su tutti i giochi ma si potrà sempre ricorrere al RIS (Radeon Image Sharpening) disponibile su praticamente qualsiasi titolo e in grado di migliorare la qualità grafica.

La prova tecnica

Tempo ora di sistemare l’ultima nata di casa AMD in un PC e vedere cos’è in grado di fare in termini pratici. Come detto prima, in questo mercato frammentato e un po’ caotico, è davvero difficile capire quale sia la scheda di paragone diretto. In linea di massima sarebbe una RTX 2060 ma Nvida, sentendo la pressione della concorrenza, ha deciso di far uscire delle versioni potenziate della sua fascia media.

Il risultato è una AMD Radeon RX 5700 che si posiziona esattamente tra la 2060 e la 2070, con alcuni test benchmark che la vedono prevalere anche sulla 2060 Super. FPS alla mano, anche settando i dettagli al massimo e mantenendo una grafica di 1440p, questa GPU ha sempre dimostrato i muscoli garantendo prestazioni ottime. Qui, comparandola alle altre schede, è davvero difficile indicare una vincitrice assoluta poiché si sono viste sostanziali differenze a seconda del gioco provato. Sempre mantenendo di base i 1440p la 5700 vince rispetto alla 2060 Super quando dentro il PC sta girando The Witcher a qualità ultra.

Vice versa, giocando a The Division le prestazioni della GPU di casa AMD scendono in classifica fino a posizionarla ultima dietro tutte le sue concorrenti. Stesso discorso quando la grafica passa a full HD, con la AMD Radeon RX 5700 che si attesta in linea di massima superiore alla 2060 ma inferiore alla versione Super della scheda Nvidia. Sul lato consumi la 5700 si posiziona un gradino sotto rispetto a tutte le rivali e la stessa cosa quando si parla di temperatura (ma che il raffreddamento delle schede Radeon sia inferiore è cosa nota).

Quei 30 Watt in più dichiarati di fabbrica si vedono tutti durante il test, anche col termometro alla mano. In conclusione si può dire che la AMD Radeon RX 5700 è davvero un ottimo acquisto per rapporto qualità prezzo, ma che non riesce a regalare le stesse sorprese della sorella minore, la 5600 XT. In un mercato così affollato e alla luce delle versioni migliorate sfornate da casa Nvidia, si sperava che AMD riuscisse a tirare fuori dal cilindro qualche magia in più. A conti fatti, è comunque consigliabile l’acquisto a chiunque voglia una GPU solida, a buon mercato e non abbia interesse nel ray tracing.